Perfect day

Anche stasera, come tutti gli anni, ho avuto l’impressione, ad un certo punto, che tutto fosse come doveva essere; mi succede da diversi trentuno dicembre: c’è un momento in cui dico «ecco, è vero, è ovvio, non potrebbe che essere così» riferendomi a qualcosa.

Quest’anno è stato mentre ero seduto al bar, poco spazio fra la mia poltroncina ed uno sgabello, due signore che escono con la prole, io che mi faccio piccolo per lasciar passare; sono le diciassette o poco più, le donne sono lì coi bambini in un giorno di festa per tutti loro e in un momento di quiete prima dei rumori del cenone, dei giochi, dell’attesa rumorosa di chissà che.

Un momento perfetto, per loro, la pace prima della bagarre.

Per me, osservatore, essi elemento perfetto dentro un pomeriggio perfetto di un altro giorno perfetto.

 

 

Auguri a tutti per un anno finalmente diverso!

Annunci

4 thoughts on “Perfect day

  1. Così ho cominciatoil primo giorno dell’anno. La riascolto sempre volentieri. Dedicata da L. Reed ad un giorno perfetto in New York. Un anno diverso. Già…Ogni volta diciamo così…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...