Le cose come sono

Alcuni mesi fa, dovevo spedire una raccomandata, andai all’ufficio postale di via Martini, Albisola Superiore, vicino casa mia.

C’era una gran coda, persone aspre dall’attesa, ma questo è un altro discorso.

Quando fu il mio turno andai allo sportello… ed anche l’impiegato era provato: gli utenti ce l’avevano con lui che non aveva colpa, lui ce l’aveva con gli utenti che c’entravano meno ancora…

Gli dissi che il lavoro allo sportello era duro, lo sapevo perché l’avevo fatto per anni, ora finalmente ero in pensione. Ci trovammo d’accordo sul fatto che molto spesso anche i colleghi ci mettono del loro per rendere pesante il lavoro.

Vedendomi (relativamente) giovane per essere già in pensione mi chiese se ci avevo rimesso tanto. Gli risposi che ci avevo rimesso soldi e salute ma alla fine ero uscito vivo, così, alla lettera.

Poi aggiunsi, ed era vero: «Nella mia vita ho conosciuto ladri, bari, truffatori, magnaccia, spacciatori di droga, prostitute, prostituti, rapitori, perfino due assassini, ma esseri così bassi, così meschini, così repellenti come sul lavoro non li avevo mai incontrati.»

Per la cronaca ho lavorato vent’anni in Banca d’Italia, la maggior parte dei quali nell’Ufficio Cassa della Filiale di Savona.

.

Annunci

One thought on “Le cose come sono

  1. Pingback: Il dottor Mario Marradi | Neverland

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...